Sondaggio
Traduci il forum
Accedi

Recuperare la parola d'ordine

Ultimi argomenti
» Shiba e i suoi cuccioli
Gio Apr 27, 2017 10:35 pm Da lauracampanelli

» Demon il mio primo Caucaso
Gio Apr 27, 2017 6:01 pm Da lauracampanelli

» i miei cani
Gio Apr 27, 2017 1:19 pm Da kiki1974

» Inserire un nuovo post per i vostri allevamenti e farvi conoscere .
Sab Apr 22, 2017 8:22 pm Da Alessio

» PASTORE DEL CAUCASO GEORGIANO A PELO LUNGO !!!!!!!!
Sab Apr 22, 2017 12:50 pm Da ales

» mi chiamo Rosario e questo è JURI
Mer Apr 19, 2017 7:17 pm Da rosariodag91

» Auguri di Buona Pasqua
Dom Apr 16, 2017 11:42 am Da lauracampanelli

» Trovatello: pastore caucaso? asia centrale? meticcio?
Ven Mar 10, 2017 3:49 pm Da Giampy

» Mi presento e vi presento Asia con i suoi cuccioli....
Dom Feb 26, 2017 10:09 pm Da fondapepe

Segui



Voi com vi considerate ???

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Voi com vi considerate ???

Messaggio Da Aldo Tronci il Dom Gen 24, 2016 1:43 pm

SIETE PROPRIETARI PERICOLOSI SI O NO???

E’ di nuovo caccia ai cani pericolosi.


Noi (tanto per cambiare :-)) vogliamo andare contro corrente, parlando di proprietari pericolosi.
Siamo al campo, un po’ scossi, quando arriva la notizia (18 Aprile 2007) che due rottweiler hanno attaccato e ucciso una bambina di nove mesi. Siamo scossi perché abbiamo appena valutato un cane aggressivo, e suggerito l’eutanasia. Il cane ha violentemente attaccato Ivan durante la valutazione, e dovrebbe vivere in un appartamento con una bambina di due anni.
Cani pericolosi. Cani che aggrediscono, mordono, uccidono. Esistono? La risposta è ancora nei nostri occhi (e, per una volta, l’ho anche filmata): sì. Esistono. Cani aggressivi e pericolosi esistono. Il profilo del cane pericoloso è: aggressivo, di taglia medio/grande, spesso maschio. Non stiamo a girarci intorno, un cane con queste caratteristiche è potenzialmente pericoloso. Ma ciò che rende veramente pericoloso il cane è l’incapacità del proprietario di vedere e capire, e di gestire il proprio compagno nel modo corretto.
Vedere e capire
La prima telefonata arriva alle dieci e mezza, di sera. Quando capisco che è una telefonata di lavoro, sono un po’ scocciata. La persona mi chiede una consulenza per un cane, che ha ringhiato alla bambina. Il cane ha tre anni, ed è di taglia grossa (40 kg). Le dico che possiamo valutarlo mercoledì, quando al campo è presente Ivan Farinazzo, figurante e esperto di problemi di aggressività. Mi richiama il giorno dopo, alle nove e mezzo, e quando finalmente vediamo il cane, capisco la ragione della sua urgenza. Questa storia, di cui evito volutamente di fornire dettagli, ci porta a ragionare sulla difficoltà dei proprietari di osservare e capire la personalità e il comportamento dei propri cani. Al mattino, prima dell’arrivo di quel cane, abbiamo analizzato video e foto di aggressioni (comincio ad avere un archivio ben fornito!), osservando i minimi segnali che anticipano un attacco. Durante la valutazione ci scambiamo poche frasi, e alcuni sguardi, ma quando il cane torna in auto, la lettura del cane è simile, se non uguale. Riuscire a vedere e capire i cani ci è costato anni di fatica e di lavoro sul campo, con strade diverse ma lo stesso desiderio di conoscere e imparare.
Il primo problema con l’aggressività del cane, è capire il cane. Non le cause, perché la stessa situazione può portare un cane a reagire in un modo, e un altro cane in un altro modo. Ciò che cambia è il carattere, e le esperienze passate. Carattere e esperienze si possono analizzare osservando come il cane si comporta. E’ quello che succede nei test di valutazione, e nelle valutazioni di cani aggressivi. Il cane viene messo in una certa situazione, e si valuta la sua reazione. Per capire cosa succede, è necessario mettere a confronto la reazione di un cane con le possibili reazioni di 10, 100 o mille altri cani.

Una scala di valutazione


Osservare un comportamento non significa infatti riuscire a capirlo, a interpretarlo correttamente, e tanto meno significa riuscire a valutarlo. Per misurare il comportamento del cane è necessario prima avere dei parametri da valutare, e quindi una scala di valutazione. Un metro. Questi tre aspetti, vedere il comportamento, interpretarlo e valutarlo, possono mancare al proprietario per il semplice fatto che la sua esperienza con i cani è limitata.
Io so guidare decentemente bene la mia auto, ma vado in stress se devo guidare un’auto diversa, per non parlare di un furgone o una moto. Il proprietario non ha le competenze per valutare il proprio cane, e questo è un enorme fattore di rischio. Mille piccoli segnali di avvertimento, di disagio, possono passare inosservati, fino a quando la situazione non degenera. Un esempio pratico: una cucciola di border prova a allontanare uno westie maschio che la importuna. Gli mostra gli occhi nel caratteristico sguardo fisso, allunga il muso minacciosa, prova a fargli vedere i denti, ma niente funziona. Non ha la forza fisica e caratteriale per fermarlo. A quel punto non può che usare più forza, più aggressività, imparando però così che ci sono situazioni in cui è necessario dimostrarsi aggressivi. Intervengo io (i proprietari stanno mangiando un panino e chiacchierando), e chiedo di allontanare il westie. Non guardare i cani, non vedere e non capire cosa ci dicono con il loro comportamento, ecco il problema.

Responsabilità del cane e del proprietario


I cani non hanno responsabilità. I cani non hanno coscienza, e non hanno capacità di scegliere. Un cane che usa aggressività, pensate alla cucciola di border, lo fa perché in quel contesto non è in grado di fare altro. Quando il cane che abbiamo valutato ha attaccato Ivan, nessuno di noi si è sentito arrabbiato, offeso e neppure irritato dal cane. E’ un cane! Ogni primavera ho la casa invasa dalle formiche. Un fastidio, ma non penso che le formiche mi vogliano fare del male. Sono formiche... Vanno dove trovano cibo.
La responsabilità è di una persona adulta. Vivo spesso situazioni di disagio causate da figli che comprano cani e li sbolognano ai genitori, fidanzati che si regalano cani, si sfidanzano e si ritrovano con il regalo restituito, nonni che si devono relazionare con cani di figli e nuore... Si parla tanto di patentini, ma che succede se il patentino lo prende il figlio, e il cane viene lasciato a casa dei genitori? Quando un cane entra in famiglia, una persona adulta dovrebbe averne la responsabilità. E questo comporta anche la capacità di gestirlo, in ogni situazione. Il problema? La gestione spesso è inadeguata alla forza fisica e caratteriale del cane.



Cani pericolosi, proprietari pericolosi: che fare?



Io sono piuttosto contraria alle leggi restrittive. Non fanno bene ai cani, e non fanno bene alle persone. Ho conosciuto una rottweiler equilibrata e simpatica, e ottimamente gestita dal proprietario. Adesso probabilmente la cagna dovrà uscire a passeggio con la museruola, e il proprietario rischierà di trovarsi in situazioni spiacevoli per il colore e l’aspetto del suo cane (a me piacerebbe averla tra le fila dei nostri “cani che insegnano”, per dimostrare che qualunque cane può essere socievole e equilibrato).
Potendo scegliere, la strada che seguirei è sicuramente quella della prevenzione, attraverso una CORRETTA informazione. Volete un cane? Ok, prima state a sentire quali responsabilità comporta quel tipo di cane. Vi serve un aiuto? Ecco le persona a cui potete rivolgervi: per la scelta, l’educazione, per una valutazione. La maggior parte dei proprietari cosiddetti “pericolosi” in realtà è del tutto in buona fede, e convinta di non essere a rischio.
fonte: http://www.waggingweb.com/firsvers/pages18/proprietari_pericolosi.html
avatar
Aldo Tronci

Messaggi : 894
Data d'iscrizione : 04.02.15
Età : 67
Località : Valvasone (Pordenone)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Voi com vi considerate ???

Messaggio Da Matrix il Dom Gen 24, 2016 2:10 pm

Bella...testimonianza...grazie della condivisione.Wink

_________________
"MATRIX è ovunque. È intorno a noi. Anche adesso, nella stanza in cui siamo. È quello che vedi quando ti affacci alla finestra, o quando accendi il televisore. L'avverti quando vai a lavoro, quando vai in chiesa, quando paghi le tasse. È il mondo che ti è stato messo davanti agli occhi per nasconderti la verità. »  « Credi sia aria quella che respiri ora? »
avatar
Matrix
Moderatore
Moderatore

Messaggi : 3882
Data d'iscrizione : 05.08.13
Età : 39
Località : SARDEGNISTAN CENTRALE

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum